Sei nata bassettina, che cosa ci vuoi far?

Raggiungo quell’altezza minima per essere considerata adulta: il metro e sessantaequalcosa, ovviamente dato dalle suole delle scarpe, e vorrei essere inserita nella classe dei diversamenti alti. La vita all’altezza di Brontolo dei sette nani può avere i suoi svantaggi.

Avete presente il concerto dell’esistenza? Quello che aspettate con impazienza già un anno prima della data, dove vi spaccate le dita a furia di aggiornare Ticket One impallato dall’orario di apertura delle prevendite? Ecco, poniamo il caso che la guerra l’abbiate vinta, il biglietto comprato e sia arrivato il giorno X.
Ok, quindi siete lì, belli contenti e con gli occhi a cuoricino, al limite della crisi epilettica, dopo esservi aggiudicati uno dei posti migliori del parterre grazie a una coda di ventisettimila ore, quando si piazza davanti a voi un omone metallaro grosso, molto grosso e tanto, troppo alto. E allora iniziate a distendere il collo, perchè, caspiterinaacciderbolina, non ci vedete una mazza.
Il concerto inizia, i vostri nervi cervicali sotto immenso sforzo vi pregano di darci un taglio, vi alzate sulle punte, implorate il vicino di prendervi in spalletta e vi guarda come se vi foste fatti di crack.
E niente, il concerto finisce. E il tipo non si è mai spostato di un millimetro.

Oppure, andate a un qualsiasi water park dove il minimo richiesto è il metro e quarantacinque che superate brillantemente e siete lì che fate la danza della felicità, quando poi all’interno le cose sono un po’ diverse.
Perchè gli scivoli quelli belli belli, dei grandi, richiedono il metro e sessanta ed è davvero imbarazzante farsi squadrare ogni volta dal bagnino che non sa se credervi sulla parola o misurarvi con il metro, per fare realmente il suo lavoro con metodo e scrupolo. Quindi accennate un sorrisino, e dite qualcosa come “niente dai, lo faccio la volta prossima”… cioè mai, perchè la fase della crescita l’avete superata da un bel pezzo, sebbene coltiviate la speranza che un febbrone da cavallo vi faccia miracolosamente allungare di notte come vi raccontava vostra nonna da piccoli.

O per esempio, siete in libreria e state cercando un titolo specifico che guardacaso è nel punto più alto dello scaffale, che nemmeno Michael Jordan potrebbe recuperare senza alzarsi sulle punte. Quindi lo guardate intensamente e sperate nel potere della telecinesi, perchè vi state esercitando e magari potrebbe funzionare. E invece no, il libro sta lassù e voi laggiù… cercate un commesso e non c’è, e quindi con grandi abilità da stalker puntate il libroforo più alto che ci sia e gli chiedete se cortesemente riesce a recuperarvelo.

Oppure quando al supermercato non riuscite a prendere la candeggina, o quando non riuscite a tirar fuori i piatti del servizio a Natale perchè sono infognati nel pensile più in alto che manca poco a ibernarsi come i ghiacciai delle montagne.
O quando siete alle fiere e c’è un marasma di gente e vi sentite soffocare, e dite al vostro compagno/a “Rose, morirai quando sarai vecchia…” e siete pronti ad affogare lì, perchè l’aria pulita ve la siete scordata eoni fa.
O quando i jeans a vita alta vi arrivano in gola e le gonne lunghe vi fanno da vestito.

E niente, la dura vita dei sette nani.

Annunci

7 pensieri su “Sei nata bassettina, che cosa ci vuoi far?

  1. E che dire di quei locali dove vorresti bere qualcosa in santa in santa pace, comodamente seduta, ma gli unici posti liberi sono quei maledetti sgabelli che ti arrivano in zona sterno…? Se non pratici free climbing da quando sei nata non se ne parla proprio… al limite lo usi per appoggiarci su lo zaino mentre imprechi in silenzio in tutte le lingue che ti vengono in mente…

  2. AAAAAAH non parliamo degli sgabelli! L’odio profondo… anche perchè dove li mettiamo i piedi che penzolano a vuoto e che non puoi appoggiare a terra perchè altrimenti saresti in piedi e non più seduta? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...