My letter hasn’t arrived yet.

Io ci spero ogni anno, anche se la campana dei ventisei suonerà a novembre, che la mia lettera per Hogwarts arrivi. Non si è mai troppo vecchi per imparare no? E per sognare nemmeno. Per quello, non lo si diventa mai.
Harry Potter è qualcosa che resterà impresso nella mia memoria per sempre. E’ una di quelle saghe che dico che farò leggere ai miei figli, perchè vorrei che vivessero la magia dell’avventura, che crescessero con l’amore per la lettura.
Anche se sostanzialmente è una Cenerentola rivisitata, questo non significa che non sia bello. L’archetipo della fiaba lo è per natura, ti dona speranza, gioia e ottimismo nel futuro.

La felicità la si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo uno si ricorda… di accendere la luce.

Ricordo che frequentavo le medie quando iniziai a leggere Harry Potter, e partii da “La Camera dei Segreti”, nemmeno nell’ordine giusto. Beh, in ogni caso, era estate, ero sul terrazzo e divorai quel libro. A Natale i miei mi regalarono il primo e il terzo. Eh sì, eravamo arrivati soltanto a “Il Prigioniero di Azkaban” all’epoca!
Quindi sono una di quelle che è stata con Harry proprio fino alla fine, che ha pianto, riso e festeggiato, che è cresciuta insieme a lui e ha capito che a volte ci sono cose o persone che non vogliamo che se ne vadano, ma che è necessario che lo facciano per il nostro e il loro bene.
Così, quando a “I doni della morte” è arrivato il momento di salutarsi, l’ho fatto con la consapevolezza di dire arrivederci a un grande compagno di avventure, a un amico silente ma sempre pronto ad aiutare nel momento del bisogno.
E’ per questo che Settembre mi piace salutarlo così, sperando che prima o poi arrivi il mio turno di presentarmi al binario 9 e 3/4! 🙂

Me a King's Cross nel 2011. Ero un po' in ritardo, era dicembre. Ma ci ho sperato! :)
Io a King’s Cross nel 2011. Ero un po’ in ritardo, era dicembre. Ma ci ho sperato! 🙂
Annunci

10 pensieri su “My letter hasn’t arrived yet.

  1. Ho la tua stessa età e ho seguito esattamente gli stessi passaggi! Ricordo quando uscì il calice di fuoco, e ricordo quanto fossi contento nel vedere la mole di quel mattoncino 🙂
    Poi ci furono i film, gli altri libri, e la mia passione cominciò a scemare.
    Adesso non mi piace più e ci vedo solo difetti in questa saga. :/

  2. Ok, quindi anche tu vedi la soglia dei 30 avvicinarsi… 😀
    Il calice di fuoco fu un giubileo unico per me, i film onestamente non li ho mai guardati con interesse, perchè ci trovavo solo i difetti e sottolineavo ciò che avevano di diverso dai libri.
    Davvero non ti piace più? Io conservo un bel ricordo. 🙂

  3. Sei nella schiera degli ottimisti 😀 hahah io in effetti sono afflitta da pessimismo cosmico leopardiano, quindi non faccio testo 😛
    Ma piuttosto, illustrami i difetti di Harry dai, sono curiosa ^^

  4. Ok preparati 😀
    Il difetto principale della saga è lo scarso realismo delle vicende e delle azioni dei personaggi. Tutto si muove intorno ad Harry, e pure le leggi del mondo si piegano per mandare avanti la trama, rendendo incoerente l’intera ambientazione. Un esempio: nel primo libro Harry viene sorpreso a girellare di notte nella foresta proibita e i professori cosa fanno per punirlo? Lo mandano di nuovo nella foresta proibita, di notte. E viene pure lasciato da solo con Draco, un altro bambino di 11 anni. Roba da telefono azzurro. Senza contare che poi Silente regala ad Harry uno dei doni della morte, il mantello dell’invisibilità. Uno degli oggetti magici più potenti al mondo nelle mani di un bambino di 11 anni! Mah.
    Il finale del primo libro, poi, è da manicomio. Harry fa tutto quel casino per superare le prove e arrivare alla pietra filosofare e cosa scopriamo? Che la pietra può essere trovata solo da chi NON intende usarla… ma allora di cosa si preoccupavano tutti quanti? Voldemort o chi per lui non sarebbero mai riusciti a prenderla. Le ridicole prove come la corsa con le scope e la scacchiera sono state del tutto inutili e Silente è un idiota ad averle pianificate. Non ce n’era assolutamente bisogno. Anzi, è stato Harry stesso a mettere tutti in pericolo tirando fuori di tasca la pietra, considerando che Voldy non avrebbe potuto farlo da solo. E Silente cosa fa? Lo premia. Lo premia per aver messo in pericolo il mondo intero per niente.
    Potrei continuare per ore. Concludo solo con la macchina del tempo portatile, un aggeggio così destabilizzante per l’intera trama che la Rowling si inventa una scusa e fa distruggere tutti i giratempo dal Ministero nel libro successivo alla loro comparsa. I personaggi avrebbero potuto usarlo per fare qualsiasi cosa e non mi riferisco solo ai protagonisti…
    Ad esempio: perché nessun personaggio torna indietro nel tempo e uccide Voldy nella culla?
    Lo so io perché. Perché la Rowling ha scritto i libri a caso uno dietro l’altro senza pianificare, tentando di rattoppare i problemi a mano a mano che si presentavano. Il risultato è un casino che fatica un po’ a stare in piedi.

    Per ora ho finito 😀 scusa la brevità

  5. ok, in effetti le tue osservazioni sono inattaccabili ma credo che alla mia mente di bambina/ragazzina non balzassero all’occhio tutte queste imperfezioni.
    Ovviamente la cosa che mi colpisce di più è quella del giratempo perchè sai che… non ci avevo mai pensato? Questa è una grande cavolata in effetti 😀
    E’ un po’ come quando nei film dell’orrore si nascondono in un anfratto buio senza via d’uscita 😀

  6. Oppure quando si dividono nei film dell’orrore e l’assassino li becca uno alla volta 😀
    Anche io adoravo Harry e a queste cose non ci pensavo. Adesso però le noto tutte xD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...