Il rumore dei baci a vuoto, Luciano Ligabue

Amo Ligabue in qualità di cantante e questo è il suo primo libro che leggo. Si tratta di una serie di racconti, accomunati da un solo tema: l’amore.

Devo dire che sono partita a rilento, perché non riuscivo a farmi prendere, poi però ho ingranato la marcia e via dritta alla meta. Ligabue è un maestro nell’osservare le persone, le emozioni e poi descriverle in maniera efficace, molto spesso tenera. Si può dire che non sia propriamente un narratore imparziale, ma anche questo rende le sue storie speciali: c’è un po’ di lui in ogni storia che racconta e c’è anche la sua musica a fare da sottofondo.

Il protagonista assoluto è l’amore: tra coniugi, per gli amici, verso i figli, per gli animali… Verso quelli strani, ai margini, verso l’estate, verso il profumo dei campi. Si percepisce a ogni sillaba ed entra prepotente sfondando la porta del lettore più reticente.

Qualche racconto funziona da Dio, qualcuno funziona meno. Però non è male.

L’amore si sente nell’aria che è cambiata e anticipa l’estate e poi conoscete un altro modo per fregar la morte? 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...